Bonsai da esterno: i più resistenti

di AnnaMaria Commenta

I bonsai da esterno sono piante ideali per chi vuole progettare un giardino zen o per chi ama i bonasi e magari desidera una piccola aiuola nel giardino. Adatti anche ad essere coltivati sul terrazzo i bonsai da esterno sono più resistenti al freddo e più facili da coltivare anche per i principianti.

CREARE UN AIUOLA DI BONSAI

I bonsai da esterno più resistenti sono sicuramente i bonsai di piante mediterranee, adatti da coltivare per chi vive in zone con temperature miti, sul balcone o nel giardino, ad esempio al centro-sud Italia. Si tratta dei bonsai del genere Citrus, dal limone calamondino (limone nano) al chinotto, dal mandarino cinese al citrus mitis (mandarino nano). Questo tipo di alberi si adatta bene al clima mediterraneo e poi si tratta di alberi sempreverdi da esterno che nella giusta stagione si caricano di fiori e di frutti.

COME SCEGLIERE I BONSAI: LA TIPOLOGIA

Anche la famiglia delle Oleacee si adatta bene alla coltivazione a bonsai in balcone o nel giardino. Un esempio potrebbe essere il bonsai di olivo della varietà Sylvestris, la più idonea per la coltivazione a bonsai. Altri bonsai da coltivare in un giardino mediterraneo sono quelli di melograno, melo rosso, melo cotogno e melo selvatico, questi ultimi due però sono alberi a foglia caduca.

IL LIMONE BONSAI

Se invece avete bisogno di un bonsai che possa resistere al freddo e a temperature più rigide, gli esemplari più adatti sono quelli di Juniperus chinensis (bonsai di ginepro) oppure il bonsai di Matasequoia o gli aceri. Sia l’acero giapponese (Acer palmatum) che il tridente (Acer buergerianum) possono crescere bene se gli inverni sono abbastanza freddi che gli permettono di andare in dormienza.

Photo Credit| Thinkstock

google-max-num-ads = "1">