Da cosa sono formate le piante?

di Valentina Commenta

Da cosa sono formate le piante? Ci si sofferma ovviamente e come giusto che sia sulle cure da apportare loro per uno sviluppo soddisfacente, ma di rado si pensa ad affrontarle dal punto di vista della composizione. Conosciamo realmente come sono fatte?

cespugli

Le piante sono composte di diverse parti: vediamole insieme nello specifico.

Radici

Le radici sono la parte più importante: esse consentono all’esemplare di fissarsi al terreno ed al contempo di trarre dallo stesso i nutrienti a lui necessari. Esse sono quasi sempre sotterranee, ma a seconda della specie vegetale possono essere aeree o acquatiche sia da sole che associate a quelle più tradizionali.

Colletto

E’ la parte di pianta che divide le radici dal fusto.

Fusto

E’ la parte delle piante che è rivolto verso l’esterno. E’ anche chiamato tronco e si occupa di portare il nutrimento che le radici raccolgono ai fiori, ai frutti ed alle foglie. Esso stesso rappresenta una sorta di riserva degli elementi nutrizionali della pianta. E’ la sua parte aerea, sebbene in caso di bulbose esso è nel terreno.

Gemma

Può essere considerato l’embrione di un nuovo ramo.

Foglie

Essi consentono la respirazione e la traspirazione della pianta. E la fotosintesi clorofilliana. Si occupano del ciclo vitale dell’esemplare stesso.

Fiori

L’organo riproduttivo della pianta. Spesso sono si di sesso maschile che femminile o ermafroditi. I fiori “unisessuali” possono essere presenti nella stessa pianta (monoica) o non esserlo (dioica). Nel caso di alberi “speciali” come le conifere, gli organi riproduttivi della pianta sono rappresentati da infiorescenze non comuni.

Photo Credits | Yarygin / Shutterstock.com

google-max-num-ads = "1">