Come e quando fare la margotta del limone

di AnnaMaria Commenta

La margotta è un metodo di propagazione degli agrumi che genera nuove piante identiche alla pianta madre. A differenza della talea, nella margotta il ramo prescelto per la propagazione non viene tagliato o piegato e interrato nel terreno, ma una porzione del ramo viene fatta radicare senza essere staccata completamente dalla pianta.

Si tratta di una tecnica particolarmente utile per gli agrumi ma anche per altri alberi da frutto, ad esempio sono tecniche molto diffuse quelle della margotta di olivo, la margotta di ciliegio e la margotta di melograno.

Come e quando fare margotte

Individuate un ramo sano e lignificato e rimuovete le foglie e gli eventuali getti laterali per un tratto di 10 cm circa a 40-50 cm dalla punta del ramo. Con un coltello a lama disinfettata e affilata, praticate un’incisionelungo il tratto che avete prescelto e applicate l’ormone radicante. L’incisione deve essere profonda per 1/3 del fusto, lunga 6-8 cm e va tenuta aperta con un distanziatore.

TECNICHE DI PROPAGAZIONE: LA MARGOTTA

Avvolgete la parte con un terriccio molto umido a base di fango, torba e sabbia, rimuovete il distanziatore  e chiudete tutto con un sacchetto di plastica forato. Legate bene il ramo con la rafia in modo da crere un manicotto. Con uno spruzzino bagnate la plastica in prossimità dei fori in modo da mantenere sempre umido il terriccio della margotta.

MARGOTTA

Distacco margotta limone

Dopo 2-8 mesi al massimo, la parte di fusto chiusa nella sacca avrà creato le sue radici. E’ il momento di recidere il fusto alla base del manicotto con una lama affilata e disinfettata. Adesso potete mettere a dimora il ramo in piena terra.

Margotta periodo migliore

Il periodo migliore per fare la margotta dipende dalla pianta. La margotta di limone si esegue da maggio a giugno, ma per altre piante si può fare anche ad aprile o fino alla fine dell’estate.

 

google-max-num-ads = "1">