Piante finte o piante vere in casa?

di Valentina Commenta

Piante finte o piante vere in casa? L’eterno dilemma di ogni persona che vuole decorare la propria abitazione con tocchi di colore naturali. La risposta esatta in questo caso è letteralmente nel mezzo: entrambe le soluzioni possono rivelarsi perfette. Anche se mixate insieme.

fiori recisi in vaso

E’ inutile prendersi in giro: tutto dipende dal tipo di arredamento che abbiamo nella nostra casa e dalla capacità di curare le piante. Perché si possono utilizzare dei fiori recisi, ma questo presuppone che si abbia la costanza di fare attenzione e cambiare loro l’acqua per evitare cattivi odori ed al contempo eliminarli e sostituirli nel momento in cui appassiscono.

Piante vere

La pianta vera ha un particolare fascino e all’interno di un’abitazione fa sicuramente la sua bella figura. Il tenerla significa però prendersi cura di lei al meglio delle proprie forze tra innaffiature, concimazioni e tutta la manutenzione che essa necessita. Non è sempre un lavoro semplice e dipende in buona parte dalla tipologia di esemplare che si è deciso di coltivare. Vero è che si tratta di una branca del giardinaggio che può dare molte soddisfazioni essendo in grado coprire un’ampia varietà di piante. Non solo fioriture stagionali, ma anche e soprattutto “bonsai“.

Piante finte

Le piante finte non sfioriscono mai e non hanno bisogno di acqua. Ma allo stesso tempo si impolverano e se fatte male la differenza è notevole. Certo, sono perfette per coloro che non hanno tempo di prendersi cura di fiori recisi o esemplari naturali. E’ necessario capire le proprie esigenze e regolarsi di conseguenza.

Photo Credits | Elena Schweitzer / Shutterstock.com

google-max-num-ads = "1">