Piante grasse, le cure di luglio

di Valentina Commenta

piante grasse

Le piante grasse sono da considerare speciali rispetto alle altre. Hanno spesso necessità differenti che in qualche modo possono anche venire a nostro vantaggio. Non dobbiamo dimenticare che il loro fabbisogno idrico è differente dalle altre tipologie di piante e quindi la loro gestione può rivelarsi in qualche modo più semplice.

Essenzialmente le piante grasse ed i cactus non hanno bisogno di estate di grandi quantità di acqua. Solitamente quella approvvigionata dalle piogge basta per garantire loro una sopravvivenza priva di scossoni. Anzi, forse è il caso di preoccuparsi e mettere a loro disposizione una sorta di difesa dalle piogge eccessive se presenti, onde evitare che il terreno si inumidisca troppo. Nei loro paesi di origine, questo tipo di piante vivono in specifiche condizioni che dobbiamo essere in grado di ricreare. Le cure del mese di luglio quindi nella maggior parte si concentrano su un loro mantenimento ambientale specifico.

Se coltivate le piante grasse in vaso, gestire ogni loro aspetto (ivi compresi quelli dell’irrigazione e della manutenzione, N.d.R.) sarà decisamente più facile. Quel che dovete tenere bene a mente è che il terreno non deve essere lasciato  umido se non per pochi giorni. E’ importante come non mai, per la loro sopravvivenza, ricreare il loro ecosistema e come vi abbiamo già sottolineato tutto ciò viene davvero a nostro vantaggio nelle cure che impieghiamo in loro.  Sono necessarie poche annaffiature ma molto intense. Ovvero dovranno essere elargite delle grandi irrigazioni ma poche volte. Questo perchè bisogna tentare di saturare il terreno per poi lasciare assorbire alle piante ciò che serve loro con libertà fino a che il terriccio non sarà nuovamente asciutto ed in modo completo. Solo in quel caso di dovrà poi tentare un’altra innaffiatura. Se coltivate cactus, piante succulente o grasse in vaso, ricordatevi di utilizzare un terriccio molto drenante, e porre sul fondo una base di argilla espansa potrà solo che fare bene alle vostre coltivazioni.

Photo Credit | Thinkstock

 

google-max-num-ads = "1">