Come si pota un albero da frutto

di AnnaMaria Commenta

Le piante hanno bisogno di essere potate per poter crescere in modo armonioso e per essere più rigogliose e produttive. Con la potatura si riesce a migliorare la crescita armoniosa della pianta, si regola la produzione dei frutti e si evita l’invecchiamento della pianta che quando viene potata è meno esposta ai parassiti e alle malattie.

Tecniche di potatura alberi da frutto

Esistono due tecniche per potare gli alberi da frutto:

  1. Potatura secca: si effettua durante il riposo vegetativo della pianta e si distingue a sua volta in potatura di formazione (da fare su una pianta giovane) e potatura di produzione che serve a rendere più armoniosa una pianta adulta eliminando rami secchi e malati o polloni in modo da avere più frutto.
  2. Potatura verde: ha lo scopo di contenere lo sviluppo vigoroso di una pianta in modo che i rami fruttiferi siano equilibrati.

> LE POTATURE MESE PER MESE

Come potare i rami di un albero da frutto

La potatura consiste in un taglio del ramo che si deve effettuare poco al di sopra di una gemma e il taglio deve essere netto e obliquo. Si comincia dai rami più vecchi, dai rami secchi e malati e poi si passa ai rami irregolari che si incrociano tra di loro o che corrono parallelamente al tronco. A questo punto potete potare anche i rami più lunghi per dare all’albero una chioma compatta e rendere più facile la raccolta dei frutti.

> COME SCEGLIERE LE FORBICI PER POTARE

Potatura naturale

La potatura è un invenzione dell’uomo che ostacola la naturale crescita delle piante. Ecco perchè negli ultimi anni si sta diffondendo la tecnica della potatura naturale, che viene eseguita nel rispetto del portamento naturale della pianta e cercando di evitare traumi alla pianta.

> LA POTATURA VERDE DEGLI ALBERI DA FRUTTO

google-max-num-ads = "1">