Come eliminare radici degli alberi tagliati

di Valentina Commenta

Come eliminare le radici degli alberi tagliati? A prescindere dalle motivazioni dell’eliminazione del albero e delle autorizzazioni ricevute, per liberare il terreno definitivamente vi è la necessità di estrarre dallo stesso la parte “sommersa” della pianta. Ecco come fare.

tronco-albero

Metodo manuale

Per eliminare le radici rimaste nel terreno, ovviamente attaccate al pezzo di tronco ancora visibile, è necessario rimboccarsi le maniche. Servono solo tre attrezzi: piccone, pala e motosega. La prima cosa da fare è quella di scavare: come estrarre altrimenti le radici? Esse devono essere portare alla superficie ed essere liberate dalla terra per poter agire. Il piccone, già utile insieme alla pala per frantumare il terriccio torna utile per ottenere un altro tipo di rottura: quella del tronco. Battere in modo energico sullo stesso causerà delle fratture che lo renderanno più flessibile. Non si tratta di un passaggio semplicissimo essendoci bisogno di una certa dose di forza. E’ importante comprendere però che più il legno sarà fratturato, più semplice sarà estrarre le radici dal terreno.

Si dovrà poi prendere la motosega per tagliare nei punti fratturati per estrarre il tutto con facilità. Basterà quindi ricoprire la buca.

Metodo con scavatore

 

Il metodo alternativo di rimozione delle radici è legato all’uso dello scavatore. Ovviamente con una macchina di tali dimensioni e potenza il lavoro risulterà più facile e veloce. E’ comunque consigliato di agire sul tronco per fratturarlo in modo da favorire la rimozione anche in questo caso. Una volta ripulito si doverà solo coprire la buca reintegrando il terriccio.

Photo Credit | Pixabay

google-max-num-ads = "1">