Piante grasse, la Lofofora

di Daniela Commenta

Al genere Lofofora appartengono tre o quattro specie di Cactacee proprie del Messico e degli Stati Uniti meridionali che si caratterizzano per la forma tondeggiante; nei luoghi di origine questa succulenta è conosciuta anche con il nome di peyote o di mescal e in passato veniva usata come allucinogeno, tant’è che in alcuni Paesi ne è proibito il commercio.

La Lofofora si presenta dalla forma tondeggiante e un po’ appiattita, può raggiungere anche i 25 centimetri di diametro e si sviluppa molto lentamente; presenta delle costolature piuttosto evidenti e delle piccole areole tonde e prive di spine. Questa pianta grassa è di colore grigio-verde, produce numerosi polloni basali e in estate, alla sommità delle areole, spuntano dei piccoli fiori bianchi o rosa ai quali seguono i frutti contenenti diversi semi scuri.

 

Photo Credit: Thinkstock

google-max-num-ads = "1">