Piante per la casa al mare, l’olivastro

 
Marion
24 maggio 2010
2 commenti

 Piante per la casa al mare, lolivastro

L’olivastro (Phillyrea angustifolia)

Fioritura: da marzo a giugno

Impianto: in autunno

Tipo di pianta: arbusto sempreverde

Altezza max: 2,5 metri

La phillyrea angustifolia, nota anche con il nome di olivastro o ilatro sottile, è un piccolo albero o arbusto appartenente alla famiglia botanica delle Oleaceae. Presenta foglie coriacee, lanceolate, di colore verde scuro sulla pagina superiore e più chiare sulla pagina inferiore.

Da marzo a giugno si ricopre di piccoli fiori intensamente profumati di colore bianco-verdognolo, disposti in racemi che crescono dall’ascella delle foglie. Alla fioritura segue la comparsa dei frutti: piccole drupe molto simili a olive (cui deve il nome di olivastro), che giungono a maturità in autunno, assumendo una colorazione nero-bluastra.

L’ilatro sottile una pianta che si presta particolarmente alla coltivazione in terreni difficili e in zone siccitose, si tratta infatti di una specie tipica della macchia mediterranea e cresce soprattutto sulle coste. E’ perfetta per la creazione di siepi frangivento in giardini vicino al mare.

Può essere coltivata sia in vaso che in piena terra.

Esposizione

L’olivastro è adatto alla coltivazione in esterno, sia in vaso che in piena terra. Necessità di posizioni soleggiate.

Terreno

E’ una pianta che non ha grandi necessità in fatto di terreno e si adatta bene anche a terreni calcarei.

Innaffiatura

L’ilatro sottile non va mai innaffiato troppo abbondantemente; se lo coltiviamo in vaso è opportuno lasciare che il terreno si asciughi tra un’innaffiatura e l’altra, se invece è in piena terra interveniamo a distanza di due-tre settimane bagnando il terreno in profondità.

Malattie e avversità

E’ una pianta piuttosto resistente a malattie e avversità, le innaffiature eccessive potrebbero però esporla al rischio di malattie fungine.

Concimazione

In primavera sarà utile aggiungere al terreno del concime ricco di azoto e potassio per favorire lo sviluppo dei fiori.

Moltiplicazione

La moltiplicazione può avvenire per talea, in marzo o in autunno; nel primo caso prelevate le talee meno legnose, nel secondo invece prelevate talee da nuovi rami evitando le parti troppo erbacee.

google-max-num-ads = "1">
Articoli Correlati
YARPP
Scilla marittima, la cipolla di mare

Scilla marittima, la cipolla di mare

La scilla marittima (Drimia maritima), nota anche con il nome comune di cipolla di mare, è una bulbosa perenne, della famiglia delle Liliaceae, che cresce spontanea nelle zone a clima […]

Tamerice, perfetto per la casa al mare

Tamerice, perfetto per la casa al mare

Il Tamerice (Tamarix gallica) Fioritura: a inizio primavera Impianto: primavera-autunno Tipo di pianta: arbusto deciduo Altezza max: sei metri La Tamarix gallica o tamerice comune, è nota anche con il […]

Come coltivare i pomodori sul balcone di casa

Come coltivare i pomodori sul balcone di casa

Coltivare i pomodori sul balcone di casa non è difficile, basta un po’ di spazio e qualche accorgimento. Per procedere sono necessari i semi di pomodoro, del terriccio universale, dei […]

Azalea, un tocco di colore per la casa ed il giardino

Azalea, un tocco di colore per la casa ed il giardino

Siete alla ricerca di una pianta che possa rallegrare un angolo “morto” del vostro appartamento? E allora precipitatevi in un vivaio e puntate diritti verso la zona riservata alla coltivazione […]

Arriva l’autunno: è ora di riportare in casa le piante da appartamento

Arriva l’autunno: è ora di riportare in casa le piante da appartamento

A breve le temperature cominceranno ad abbassarsi e quindi bisogna riportare in casa tutte quelle piante d’appartamento trasferite all’esterno nel corso dei mesi caldi. La prima azione da compiere è […]

Lista Commenti
  • Ivana

    l’olivastro è olea europea, non fillirea!

    • Marion

      A dire il vero a me risulta che Olea europea sia il nome scientifico dell’olivo. ;)