Alberi da frutto, l’albicocco

 
Marion
8 ottobre 2010
1 commento

quando piantare albicocco Alberi da frutto, lalbicoccoL’albero di albicocco (Prunus armeniaca) è un albero da frutto appartenente alla famiglia delle Rosaceae, la stessa di pesche, prugne e ciliegie. Può essere coltivato con successo in quasi tutte le regioni italiane, purchè il loro clima sia caratterizzato da temperature abbastanza miti tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera; la sua fioritura precoce (già nel mese di Marzo) lo espone infatti al rischio di danneggiamenti in caso di gelate tardive.

L’albero può raggiungere un’altezza pari a 5-7 metri, sviluppa una chioma tondeggiante e presenta foglie allungate di colore verde brillante e forma ovale. I frutti, drupe carnose di colore giallo-arancio, fanno la propria comparsa dopo 3 o 4 anni dalla messa a dimora, tra maggio e luglio a seconda della varietà. I fiori sono bianchi orlati di rosa. Il periodo migliore per l’impianto è quello compreso tra novembre e marzo.

Coltivato per la produzione di frutti, l’albero di albicocco è spesso presente nei nostri giardini anche per il suo indiscutibile valore ornamentale.

google-max-num-ads = "1">

Albicocco (Prunus Armeniaca)

  • Fioritura: tra le fine dell'inverno e l'inizio della primavera
  • Impianto: novembre-marzo
  • Tipo di pianta: albero da frutto
  • Altezza max: 5-7 metri

Esposizione

L'albicocco predilige esposizioni soleggiate e al riparo dal vento.

Terreno

Si adatta a qualunque tipo di terreno purchè fertile e ben drenato.

Innaffiatura

L'albicocco non ha particolari esigenze idriche; le innaffiature possono essere del tutto evitate a meno che non si sia verificato un lungo periodo di siccità.

Malattie e avversità

Tra i nemici dell'albicocco troviamo le cocciniglie, gli afidi e l'anarsia. Tra i funghi teme particolarmente il corineo.

Concimazione

La concimazione va effettuata durante il periodo di riposo vegetativo aggiungendo al terreno stallatico maturo o concime organico fresco.

Moltiplicazione

L'albicocco può essere innestato su pesco, mandorlo e susino. Il portainnesti più comunemente utilizzato è il susino mirabolano.

Articoli Correlati
YARPP
Alberi da frutto, il Sorbo

Alberi da frutto, il Sorbo

Il Sorbo o Sorbus domestica è un albero da frutto originario del bacino del Mediterraneo e del continente asiatico ed appartenente alla famiglia delle Rosacee. E’ caratterizzato da un fusto […]

Alberi da frutto, il Citrus aurantium

Alberi da frutto, il Citrus aurantium

Il Citrus aurantium, meglio conosciuto come Arancio amaro, è una pianta da frutto appartenente alla famiglia delle Rutacee ed originario dell’Asia e dell’area del Mediterraneo. E’ caratterizzato da un fusto […]

Alberi da frutto, il ciliegio

Alberi da frutto, il ciliegio

Esistono due specie di ciliegio distinte in base al frutto: il Prunus avium, dal frutto dolce e il Prunus cerasus dal frutto acido. Il primo viene ampiamente coltivato per la […]

Alberi da frutto: il Mirabolano

Alberi da frutto: il Mirabolano

Il Mirabolano o Amolo (Prunus cerasifera) è una pianta appartenente alla famiglia delle Rosacee ed originaria dell’Europa e dell’Asia centrale. Si tratta di un albero da frutto caratterizzato da una […]

Alberi da frutto: il Pompelmo

Alberi da frutto: il Pompelmo

Il Pompelmo (Citrus paradisi) è un albero da frutto nato dall’incrocio tra il Pomelo (Citrus Maxima) e l’Arancio dolce (Citrus sinensis), sebbene siano in molti a ritenere che sia nato […]

Lista Commenti
  • http://nicola nicola

    le risposte sono abastanza chiare spero che riesco a fare quello che voglio fare, e la prima volta che inpianto un albero .grazie