Begonia pavonina, pianta che diventa blu al buio

di Valentina Commenta

La begonia pavonina è una pianta molto speciale. E’ uno di quegli esemplari che ha imparato a vivere in condizioni quasi incompatibili con la vita floreale. E’ infatti una di quelle piante che riescono a sopravvivere a scarsissima luce… diventando blu.

begonia-pavonina

Il cambiamento della pigmentazione delle sue foglie è  infatti dovuto al suo tentativo di sfruttare nel miglior modo possibile la luce che può avere a disposizione. La colorazione blu non è un “vezzo estetico” naturale, ma l’espressione delle piccolissime “trappole per la luce” poste in esse. Sono state definite così queste microparticelle dagli scienziati dell’Università di Bristol che l’ha studiata e condiviso i risultati all’interno della rivista di settore Natur Plants.

Le nano trappole tanto importanti per la begonia pavonina si trovano all’interno dei cloroplasti delle foglie, in pratica negli organuli presenti nelle cellule delle piante e che si occupano di gestire il processo della fotosintesi clorofilliana. Ovvero color che “raccolgono” la luce solare e la trasformano in energia per la pianta stessa. Questo specifico esemplare è originario delle foreste tropicali della Malesia, e cresce sotto spesse coltri di arbusti. I suoi cloroplasti, differenti da quelli “classici” sono chiamati per la loro capacità di “cambiare colore” iridoplasti.

La squadra di esperti coordinati dalla dott.ssa Heather Whitney ha scoperto che la struttura interna degli iridoplasti contengono in particolare delle specifiche strutture, differenti da quelle dei normali cloroplasti che raccolgono la luce e la immagazzinano. E che di conseguenza danno la colorazione blu alle foglie aumentando di circa il 5-10% l’efficienza della fotosintesi controllando addirittura la “propagazione “della luce.

Photo Credit | Flickr- Clivid

google-max-num-ads = "1">