Colocasia, l’orecchio di elefante

Spread the love

colocasia

La Colocasia è una spettacolare pianta appartenente alla famiglia delle Aracee ed originaria delle zone tropicali africane. Alle nostre latitudini cresce spontanea nelle regioni del sud ed in Sardegna, ma può anche essere coltivata sia in vaso che in giardino (nell’ultimo caso sono in presenza di temperature non troppo rigide).

E’ caratterizzata da foglie molto grandi (possono raggiungere i 60 centimetri di lunghezza ed i 40 di larghezza), vagamente somiglianti alle orecchie di elefante. I fusti sono piuttosto robusti, ma anche parecchio molli, per cui non è difficile che finiscano nel terreno sotto il peso del fogliame.

La varietà più interessante è la Colocasia esculenta, altrimenti detta taro, i cui tuberi (del tutto simili a quelli delle patate) vengono consumati come alimenti, sia bolliti che grigliati. Anche le foglie sono commestibili, specie se giovani e consumate alla stregua delle nostre verdure cotte.

Oltre ad essere un prezioso alimento per le popolazioni caraibiche ed africane, la Colocasia viene coltivata come pianta ornamentale, essendo capace di riempire l’ambiente con le sue grandi foglie. Come detto, in Italia è consigliabile tenerla in casa, soprattutto se viviamo in zone particolarmente fredde durante l’inverno, per poi azzardare il trasloco all’esterno con l’arrivo della bella stagione.

La temperatura giusta per una coltivazione ottimale è quella compresa tra i 18 ed i 24°C, avendo cura di riparare la pianta da improvvisi sbalzi termici e da fastidiose correnti d’aria che potrebbero danneggiare i fusti. La Colocasia predilige terreni soffici e ricchi di materiale organico, ma anche ben drenati per favorire il passaggio dell’acqua senza danni per le radici. Di fondamentale importanza è poi la concimazione, da effettuarsi in primavera utilizzando un fertilizzante ricco di azoto (meglio se specifico per piante tropicali).

Pur essendo una pianta abbastanza resistente, può essere attaccata dagli afidi e mostrare quindi delle antipatiche macchioline bianche sullo splendido fogliame. Nel caso dovesse accadere alla vostra pianticella, non spaventatevi e munitevi al più presto di un insetticida adatto.

Lascia un commento