I fiori di Bach

di Daniela

I fiori di Bach sono una cura basata sulla floriterapia, ovvero la terapia con i fiori, ideata dal medico gallese Edward Bach, il quale sosteneva che per curarsi sono fondamentali la prevenzione e la conoscenza di malesseri psicologici che specificherebbero quelli fisici.

Secondo il dottor Bach, ogni fiore sarebbe in grado di curare un disagio psicologico artefice di quello fisico. Sulla base di questo principio, e sul quello secondo il quale le terapie devono essere semplici e accessibili a tutti, il dottor Bach ha distinto 38 “tipi comportamentali” ai quali corrispondono 37 fiori e un’acqua di fonte, dalle proprietà energetiche tali da curare l’organismo.

Bach sosteneva che i fiori rilasciano la loro energia nell’acqua e che, per questo, devono essere messi in una ciotola di acqua pura e trattati secondi precisi metodi da lui indicati; inoltre, sempre secondo il dottor Bach, i fiori dovevano essere raccolti al massimo della fioritura durane le prime ore di un mattino assolato.I primi fiori scoperti da Bach sono i “12 guaritori”, ai quali seguono gli altri 26 divisi in “7 aiuti” e “19 assistenti”; nei prossimi giorni cercheremo di illustrarvi le caratteristiche di tutti e 38 i fiori del dottor Bach, ma per adesso vediamo come vanno assunti.

In vendita nelle erboristerie non si trova la tintura madre del fiore, bensì una soluzione diluita con 10 ml di brandy e due gocce di tintura madre; per assumere il fiore relativo al vostro malessere, basta mettere in una boccetta da 30 ml dotata di contagocce, due terzi d’acqua, un terzo di brandy e due gocce per ogni fiore che dovete assumere. Ogni giorno vanno assunte quattro gocce di questo preparato in quattro momenti della giornata: appena svegli, prima del pranzo, prima della cena e prima di andare a dormire; le gocce vanno tenute sotto la lingua per qualche secondo oppure deglutite subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.