Glicine, potatura primaverile e autunnale

di Valentina Commenta

La potatura del glicine è una delle cure più importanti da dedicare alla pianta. Essa aiuta contemporaneamente a contenerla ed ad aiutarla a svilupparsi nel modo giusto, motivo per il quale è consigliato di eseguirla in modo corretto.

glicine

La potatura della pianta del glicine deve essere eseguita sia in estate che in inverno. Tale approccio consente alla pianta di svilupparsi nel migliore dei modi assicurando una copiosa fioritura.

Potatura estiva del glicine

La potatura estiva del glicine dà modo di ottenere un aspetto più ordinato della pianta ma viene eseguita quasi esclusivamente per favorire la maturazione delle gemme da fiore. Essa deve essere condotta nei mesi di luglio ed agosto. Essenzialmente consiste nell’approcciare i rami che hanno un anno tagliandoli fino a lasciarli di un metro di lunghezza. E’ necessario eliminare i polloni e gli stoloni che nascono alla base della pianta onde evitare che la stessa sprechi nutrienti su di loro piuttosto che sulla possibile fioritura.

Potatura invernale del glicine

La potatura invernale si fa appena tutte le foglie del glicine sono cadute: nei luoghi caratterizzati da temperature molto basse è consigliato eseguirla verso la fine dell’inverno. E’ importante accorciare tutti i rami di un anno di età lasciando tra le 4 e le 6 gemme. Ed oltre al solito taglio dei polloni è necessario eliminare tutti i rami deboli, secchi, e rotti della pianta al fine di dare alla stessa tutta la forza necessaria per uno sviluppo sano ed una conseguente fioritura importante. Gli attrezzi da utilizzare devono essere puliti, ben disinfettati e privi di ruggine e sporco.

Photo Credits | Anna Semenova / Shutterstock.com

google-max-num-ads = "1">