Orticola 2016 ed il suo dress code

di Valentina

Orticola è uno degli eventi più interessanti sul territorio italiano per ciò che riguarda le piante, le rose ed il loro utilizzo. Quest’anno colpisce in particolare il dress code richiesto: l’essere adornati per l’appunto da rose.

E quel che si è visto in questo inizio di weekend è stato davvero spettacolare: le donne si sono presentate infatti con dei cappellini adornati di roselline molto eleganti e delicati. Sembrava quasi di trovarsi presso il Derby di Londra per l’effetto creato.  Questa manifestazione florovivaistica ha raggiunto la sua ventunesima edizione ma, come il buon vino che invecchia, non ha perso il suo smalto ed ha offerto a coloro che erano presenti uno spettacolo davvero incredibile con i suoi 150 espositori. In tal senso va sottolineata la performance di tre di loro in particolare: “Millefiore” prima di tutto che con le sue ombrellifere si è conquistata il titolo di migliore collezione botanica. Subito dopo il riconoscimento è andato a “Uhlig Kakten” per le sue cactacee ed ad “Un angolo di Deserto” per le piante carnivore.

Come ogni anno c’è chi ha deluso e chi ha portato conferme importanti. La rosa, in tutte le sue espressioni, è come sempre stata il fiore che ha attirato più l’attenzione generale. Insieme alle cactacee ed alle succulente però, complici degli espositori davvero ben organizzati e di livello. Chiunque vorrà visitare questo splendido palco di gioielli botanici lo potrà fare per l’intero weekend fino a domani sera. Orticola è sempre stata uno dei fiori all’occhiello dell’Italia: quest’anno non ha deluso.

Photo Credits | klyopkina / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.