Guaranà, cure e coltivazione

Spread the love

guaranà

La Paullinia cupana, meglio conosciuta come Guaranà, è una pianta rampicante di grandi dimensioni appartenente alla famiglia delle Sapindaceae, originaria della foresta amazzonica, nota per le sue proprietà stimolanti. Nonostante tenda a raggiungere anche i dieci metri di altezza, in coltivazione le sue dimensioni sono molto più contenute per raccogliere i frutti con più facilità.

La pianta del Guaranà si caratterizza per il fusto legnoso dalla corteccia liscia e di colore marrone, le foglie verdi scuro, lucide e di forma ovale. In primavera produce dei piccoli fiori di colore bianco riuniti in grandi grappoli ai quali seguono i frutti: delle drupe di consistenza coriacea di colore rosso contenenti un grosso seme marrone scuro.

Pianta sacra degli Indios, il Guaranà viene da sempre usato per le proprietà stimolanti, ma anche analgesiche, afrodisiache e disinfettanti. Attenzione, però, alcuni principi attivi possono diventare tossici se assunti in maniera continuativa e a grandi dosi.

 

Photo Credit | Thinkstock

1 commento su “Guaranà, cure e coltivazione”

  1. Molto bella e caratteristica la pianta, i frutti hanno una forma suggestiva che ricordano l’occhio umano. Personalmente utilizzo il guaranà come stimolante al posto del caffè; certo è la caffeina il suo principio attivo, ma la durata è superiore grazie alla presenza dei composti polifenolici che ne rallentano l’assorbimento

    Rispondi

Lascia un commento