Piante grasse: l’Echinocereus

di Redazione

Tra le piante grasse con fioritura più spettacolare, merita un capitolo a parte l’Echinocereus, appartenente alla famiglia delle Cactacee ed originaria dell’America centrale e meridionale, in particolare del Messico.

Il nome deriva dal greco Echinos, vale  dire riccio, poiché i fusti spinosi ricordano vagamente l’aspetto del curioso animaletto. E la caratteristica della pianta è proprio in questi fusti ricoperti di spine, con coste diritte e file di aureole disposte in modo regolare.

Le stesse spine, poi, possono assumere colorazioni diverse, dal bianco al rosa al viola, a seconda della varietà o della stagione dell’anno. Molto spettacolari sono i fiori, che spuntano dalle aureole e colorano di rosa l’ambiente circostante, raggiungendo anche gli 8 centimetri di diametro.

Come coltivare l’Echinocereus affinché ci regali la sua splendida e profumata fioritura? Il terreno ideale per una buona coltivazione è quello formato da terra e – soprattutto – sabbia e ghiaia, capace quindi di favorire un buon drenaggio, evitando i ristagni idrici. L’esposizione deve essere quanto più possibile soleggiata sia in inverno, nel chiuso delle pareti domestiche, sia in estate, quando si può azzardare la collocazione all’esterno.

Le innaffiature devono essere regolari nel periodo più caldo dell’anno, mentre in inverno vanno sospese del tutto, a meno che non ci si trovi di fronte a temperature elevate per via del riscaldamento domestico (in questo caso conviene nebulizzare più che innaffiare).

Per stimolare la crescita della pianta e la fioritura, si può intervenire poi con una buona concimazione, aggiungendo all’acqua delle irrigazioni del fertilizzante liquido a base di fosforo. La moltiplicazione può avvenire per semina o, più frequentemente per talea, lasciando ad asciugare la parte tagliata per qualche giorno prima di interrarla in vaso.

Per concludere ricordiamo le specie più spettacolari dell’Echinocereus, ovvero il berlandieri, che si espande molto facilmente regalando un splendida fioritura rosa, ed il rigidissimus, con fusto corto ed eretto e fiori dal colore rosa-lilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.