Piante grasse: lo Stenocactus

di Redazione

Pronti per un nuovo capitolo dedicato alla piante grasse? Stavolta ad attirare la nostra attenzione è lo Stenocactus, pianta dalla straordinaria bellezza che, grazie alle sue particolarità, si guadagna un posto di primo piano tra le amiche da tenere in casa in questo periodo dell’anno.

Si tratta di una succulenta appartenente alla famiglia delle Cactacee ed originaria dell’America Centrale (in particolare del Messico), dove vive generalmente allo stato spontaneo su deserti aridi e rocciosi.

In natura ne esistono una decina di specie, ma c’è una vasta letteratura sul tema, poiché lo Stenocactus è molto simile ad altre piante grasse, il che dà origine a parecchie discussioni riguardo alla classificazione. Ma andiamo a conoscere più da vicino questa caratteristica pianta, in modo che possiate apprezzarne la bellezza e magari sceglierla nella vostra prossima visita al vivaio di fiducia.

Lo Stenocactus ha una forma per lo più globulare con numerosissime costolature ondulate, dalle quali spuntano le classiche spine piatte e spesso ricurve. E’ una pianta a crescita piuttosto lenta e generalmente il diametro non supera i 15 centimetri. Se coltivata in ambiente adatto, nel periodo primaverile darà vita a bellissimi fiori dai petali bianchi, rosa o rossi con una riga centrale più scura. Un’altra caratteristica dello Stenocactus è quella di mutare colore nel corso dell’anno, diventando di un viola molto particolare, il che la rende ancor più godibile per la vista.

Come coltivarla nel migliore dei modi? Di fondamentale importanza è la collocazione in una zona luminosa della casa o del giardino. In inverno è opportuno riportare il vaso tra le pareti domestiche, visto che questo tipo di pianta grassa soffre particolarmente il freddo. L’innaffiatura deve essere costante in piena estate, con irrigazioni settimanali, e più diradata in inverno. Nel periodo che va da aprile ad ottobre, poi, è bene aggiungere all’acqua del buon fertilizzante liquido.

I consigli sulla coltivazione dello Stenocactus terminano qui. Vi lasciamo ad una gustosa gallery, nella speranza che possa invogliarvi ad acquistarne uno, magari come idea regalo per il prossimo Natale.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.