Quando potare le rose

di Marion

Spread the love

La potatura è un’operazione molto delicata della quale alcune piante necessitano per poter crescere sane e rigogliose; da un lato infatti questo intervento colturale serve a ridurre la grandezza della pianta e a conferirle un aspetto più ordinato, dall’altro a stimolare la crescita dei nuovi rami e, nel caso delle piante fiorite, la fioritura stessa. Tuttavia, quando si potano le piante è fondamentale procedere con metodo, poichè una potatura sbagliata può rovinare irreparabilmente una qualsiasi pianta nel giro di pochi anni; per ciascuna di esse occorre infatti conoscere come minimo il periodo in cui bisogna intervenire e le modalità più adeguate secondo le quali praticare il taglio.

Nel caso delle rose, il periodo più indicato per la potatura è proprio il mese di Febbraio. Possiamo quindi già dotarci, se non le abbiamo già, di un bel paio di forbici da potatura ben affilate; sappiate infatti che l’utilizzo di buona una cesoia da giardino riduce al minimo il rischio di danneggiare la pianta, permettendoci allo stesso tempo di risparmiare tempo e fatica. E’ fondamentale inoltre che le forbici vengano ben pulite dopo ogni utilizzo per evitare il diffodersi di eventuali malattie da una pianta all’altra.

Detto questo, per prima cosa occorre eliminare i rami morti o danneggiati, quindi quelli vecchi; anche questi ultimi andranno tagliati fino alla base a meno che non presentino qualche gemma ancora promettente. Gli altri rami andranno potati praticando un taglio obliquo a circa un centimetro di distanza dalle gemme (meglio quelle orientate verso l’esterno) e con pendenza sul lato opposto di queste; se il taglio fosse troppo vicino alla gemma rischierebbe infatti di danneggiarla, se troppo lontano favorirebbe invece la crescita di parti legnose.

Se le vostre rose sono rampicanti dovrete potarle a una distanza di circa 30-40 cm del terreno e fare molta attenzione a non potare i rami più giovani; le varietà di rose rampicanti infatti fioriscono sui rami nati l’anno precedente, se li tagliassimo rischieremmo di trovarci con una pianta completamente spoglia di fiori. Se invece le vostre rose crescono a cespuglio dovrete mantenervi a una distanza di circa 20 cm dal terreno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.