Il Ginkgo biloba è un fossile vivente

di Marion Commenta

Il Ginkgo biloba, noto con il nome comune di ginko o albero di capelvenere, è una specie di origine cinese, unica sopravvissuta della famiglia botanica delle Ginkgoaceae estintasi ormai 160 milioni di anni fa.

Fu introdotta in Europa nel 1727 ed è considerata un fossile vivente, definizione nella quale rientrano appunto le specie superstiti di gruppi estintisi.

In Cina il ginko biloba è ritenuto un albero sacro ed è comune trovarlo nei pressi dei templi consacrati a Buddha.

Gli estratti delle foglie sono noti e diffusi in erboristeria per la propria azione benefica sulla circolazione venosa e per l’elevato contenuto di sostanze antiossidanti.

Per saperne di più: Ginkgo, l’albero preistorico.

 

 

google-max-num-ads = "1">