Kew Gardens, i giardini botanici inglesi

di Valentina

Estate e Londra con le sue campagne sono un connubio perfetto per chi ama le piante. Questo perché vi è la possibilità di recarvi in vacanza in quei luoghi e visitare i Kew Gardens, i giardini botanici inglesi “patrimonio dell’umanità” dell’Unesco dal 2003.

 

Questo luogo incredibile si trova a circa 10 km dalla capitale inglese in realtà. Sono ben 121 gli ettari che compongono i Kew Gardens: uno spazio immenso dove vengono ospitate piante provenienti da tutto il mondo e ben sette serre che raccolgono gli esemplari maggiormente bisognosi di protezione. La storia di questi orti botanici è interessante. Essi nascono nel 1700 per volere della vedova di Federico di Hannover, Principe di Galles, la princepessa Augusta. Essa in pratica decise di ampliare quelli che erano i giardini già presenti nella Kew House. Aggiunte continue che son continuate anche in tempi più recenti.

Quel che è interessante notare è l’attenzione molto forte che viene data all’interno di questi giardini botanici alla propagazione del patrimonio naturale anche attraverso una recente iniziativa come quella del Millenium Seed Bank Project: una vera e propria banca dei semi nata all’inizio di questo secondo per tutelare la biodiversità. Quest’ultima è una delle caratteristiche più palesi dei Kew Gardens se pensiamo che al loro interno ospitano in tutto 40.000 piante di cui ben 14.000 alberi.

Le attrazioni più interessanti? Secondo qualsiasi persona che sia stata in grado di visitarli di sicuro la Castanea sativa, il Ginkgo biloba, la Robinia pseudoacacia. Sul Ginkgo biloba non possiamo che essere d’accordo: ha una maestosità ed una bellezza incredibile a prescindere dalle stagioni. All’interno dell’orto botanico inglese vi sono anche delle piante molto rare e considerate in via di estinzione.

Impressionante anche la grande collezione di palme, che vive senza problemi a tali latitudini proprio grazie alla costruzione di importanti serre, capaci di mantenere temperatura ed umidità al giusto livello. Vi consigliamo fortemente di visitarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.