Metasequoia, conifera millenaria

di Valentina

La metasequoia è un albero molto raro, presente in forma spontanea solamente in Cina, dove viene tuttora in alcune zone tagliato ed utilizzato nella vita di tutti i giorni grazie ad operazioni specifiche di coltivazione. Si tratta di una pianta appartenente al genere(omonimo) Metasequoia, della famiglia delle Cupressaceae. La Metasequoia glyptostroboides è l’unico rappresentante vivente di questo genere.

Le altre specie infatti sono riscontrabili solamente come fossili e la loro individuazione rimane tra le più complesse: parliamo della  M. foxii, della M. milleri e della M. occidentalis. La metasequoia è una delle poche conifere che con l’autunno perde il suo manto.  Analisi del DNA effettuate dagli scienziati in collaborazione con i botanici hanno rilevato la loro estrema vicinanza genetica con le sequoie americane. La loro classificazione, sebbene convenzionalmente affidata alla famiglia delle cupressacee, spesso subisce modificazioni a vantaggio del genere Taxodium  e della  famiglia delle Taxodiacee.

Fino al 1945 la Metasequoia era data come estinta da circa due milioni di anni, nel corrispettivo periodo del pliocene. Tutto cambiò quando dei botanici in cerca di avventura s’inoltrarono nelle parti più remote della provincia cinese dello Sichuan e dello Hubei, dove vennero ritrovati all’incirca 100 grossi esemplari.  Alcuni esemplari di questa magnifica pianta sono presenti anche in Italia. Si è scoperto, infatti, che era possibile riprodurre l’albero per talea.

Ovviamente nessuno dei nostri esemplari può contare sulla maestosità di alcuni alberi millenari presenti in Cina, ma la metasequoia è con successo coltivata in alcuni vivai e Orto botanici.  Le sue caratteristiche ancora non sono perfettamente conosciute perché possibili da studiare solo su piante di una certa “anzianità”. Nei luoghi dove cresce spontanea, questa pianta può arrivare a raggiungere i 35 metri di altezza. Il suo tronco è diritto e molto ramificato alla base. La corteccia è alla base liscia e grigia per poi divenire bruno-rossiccia o fulva man mano che si sale longitudinalmente.

I suoi aghi sono teneri, caduchi ed appiattiti, distici, opposti e lunghi fino a 4 cm. La Metasequoia è una pianta diffusa in Cina anche sotto forma di bonsai.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.