Gli acari delle piante

di gianni puglisi

Gli acari delle piante sono dei parassiti fitofagi che si insediano nella pagina superiore delle foglie di molte piante ornamentali ed orticole; sono insetti dalle dimensioni molto piccole tanto che non è possibile osservarli ad occhio nudo, ma che al microscopio appaiono dal corpo tondeggiante di colore arancione, giallo, rosso o verde; di solito le femmine sono più grandi dei maschi. Gli acari delle piante possiedono quattro paia di zampe, particolare che li fa ascrivere alla categoria degli aracnidi.

La presenza degli acari si nota dall’effetto che hanno sulle foglie delle piante che infettano, nelle quali appaiono galle, ingrossamenti e sottili ragnatele. Gli acari pungono la superficie delle foglie in quanto si nutrono delle cellule che compongono la lamina fogliare, ma a volte invadono anche i germogli giovani. L’assalto degli acari si manifesta attraverso una perdita di vitalità della pianta, che si traduce con lo scolorimento delle foglie che, poi, tendono a cadere; gli acari si diffondono molto velocemente: nel corso di una stagione possono produrre fino a dieci generazioni.

Questi parassiti si sviluppano soprattutto durante i climi caldi e secchi; a volte, quindi, per mantenere le piante al riparo dagli attacchi degli acari può bastare soltanto mantenere la giusta umidità atmosferica adatta per la pianta. Gli acari hanno molti predatori in natura, come coccinelle, ragni e altri piccoli insetti; in caso di infestazione molto estesa si rende necessario l’utilizzo di prodotti chimici appositamente studiati contro gli acari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.