Come avviene la moltiplicazione della Cambria?

di Redazione

La Cambria è una specie di orchidea che non esiste in natura, ma  che proviene dall’ibridazione tra alcune specie tra le quali Oncidium, Odontoglossum e Miltonia. Insomma,una pianta creata appositamente, dalla colorazione molto bella e con numerosi boccioli: si tratta però di un esemplare molto delicato, che non deve essere esposto al sole direttamente e richiede temperature di almeno venti gradi. Oggi ci occuperemo in particolare della moltiplicazione della Cambria e di come avviene.

La moltiplicazione, ovvero l’attività necessaria per avere più piante, avviene per divisione dei cespi: ogni singolo pseudobulbo, fornito di una radice, verrà diviso dal cespo e rinvasato singolarmente al termine dell’operazione. In questo modo con il tempo potrete avere una nuova Cambria.

Oltre ai bulbi sani e nuovi potrete utilizzare per la moltiplicazione anche i vecchi bulbi, quelli avvizziti che sarebbero inutilizzabili per la pianta: una volta staccati dal fusto madre vedrete che possono ritornare in grado di rifiorire, e voi avrete un nuove esemplare! Infine vi precisiamo che la moltiplicazione tramite semina è quella più complicata in quanto la Cambria, come tutte le orchidee, produce semi che sono praticamente privi di nutrimento: possiamo definirle delle spore piuttosto che dei semi veri e propri!

Foto credits: Shutterstock foto by Mykhaylo Palinchak

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.