La divisione del rizoma

di gianni puglisi

Il rizoma è una modificazione del fusto di una pianta che appare ingrossato e sotterraneo, con una funzione di riserva, soprattutto di amido; le principali piante che possiedono il rizoma sono diverse specie di felci e di piante acquatiche.

In alcune piante, ovvero in quelle appartenenti all’ordine delle Angiosperme, di cui fanno parte molte piante da vaso, il rizoma serve anche per la moltiplicazione, essendo dotato, infatti, di gemme che permettono lo sviluppo di una nuova pianta. La tecnica colturale che permette la propagazione di una pianta tramite il rizoma, si chiama moltiplicazione per divisione del rizoma.

La tecnica della divisione del rizoma può essere applicata solo su piante ben sviluppate, e in genere viene effettuata durante il rinvaso stagionale. Per prima cosa va estratta la pianta dal vaso e separate le radici dalla terra con dell’acqua tiepida; dopodiché, una volta individuati i rizomi che appariranno come dei piccoli bulbi, stringeteli tra le dita e tirateli delicatamente fino a che non si saranno staccati.

È molto importante che i rizomi divisi possiedano un proprio apparato radicale in modo da poter vegetare autonomamente; a questo punto, ogni rizoma diviso potrà essere rinvasato singolarmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.