Digitale ed aconito: balcone bello e velenoso

di Valentina

Cosa può esservi di meglio per decorare un balcone con fiori colorati di digitale e aconito? Esso sarà bello e velenoso allo stesso tempo. Una maestosità da gestire con attenzione ma godere in ogni sua sfumatura.

Digitale

Il suo nome per intero è digitale purpurea e la digitalina estratta da questo esemplare è un farmaco spesso usato per approcciar le malattie cardiache. Nella vita di tutti i giorni però la digitale (o digitalis) è una pianta velenosa tra le più pericolose, soprattutto per ciò che concerne la sicurezza dei bambini. Il colore acceso dei suoi fiori può risultare molto attraente soprattutto per i bambini. Motivo per il quale è bene tenere la pianta in balcone ad un’altezza non raggiungibile dai più piccoli che tendono a mettere tutto in bocca. Nel nostro paese è spontanea solo in Sardegna, ma questo non ha mai creato problemi alle numerosi coltivazioni autoctone nella penisola.

Aconito

L’aconito è se possibile ancora più velenoso e pericoloso della digitale. Si tratta di un esemplare che deve essere coltivato con cura e con attenzione anche dagli adulti. I risultati ottenibili valgono l’attenzione ulteriore che viene impiegata. Si ottengono infatti sempre dei fiori che vertono sul violetto dalla forma di piccoli elmi dallo spiccato effetto, soprattutto se posti in qualche modo al centro dell’attenzione.

La sicurezza per i bambini e gli animali domestici in questo caso è il punto focale: arredare si, ma con giudizio. E’ bene quindi scegliere questo tipo di fioritura solo se non si hanno entrambi o se li si pone a debita distanza.

Photo Credits | Ronald Wilfred Jansen / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.