Echinacea, coltivazione e cure

di Redazione

Delle proprietà officinali dell’Echinacea abbiamo già trattato in un capitolo precedente, mentre oggi vogliamo occuparci della sua descrizione e delle cure colturali. Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Composite ed originaria dell’America del nord, molto diffusa anche alle nostre latitudini per via della facilità di coltivazione. E’ caratterizzata da fusti che possono raggiungere anche il metro di altezza, con foglie lanceolate di colore verde brillante o grigio-verde. I fiori fanno la propria comparsa nella stagione estiva e sono costituiti da capolini color rosso porpora e da petali lilla, curvati verso il basso.

L’Echinacea si adatta perfettamente alla coltivazione in piena terra, dove creerà delle simpatiche macchie di colore per tutta l’estate. In autunno, poi, i fusti diventano rossastri, regalando un ulteriore spettacolo alla vista. Come detto in precedenza, non necessita di cure particolari, adattandosi quindi anche alle esigenze di chi non ha molto tempo da dedicare alla coltivazione delle piante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.