Funghi delle piante: il Corineo

di gianni puglisi

Il corineo è una malattia fungina che colpisce molte piante della famiglia delle Drupacee, come il pesco, il mandorlo, l’albicocco e il ciliegio, ma anche diversi tipi di piante ornamentali.

Gli esemplari colpiti dal corineo presentano foglie con piccole macchie rosse o violaceo, di circa mezzo centimetro di diametro e con un alone chiaro che le circonda. Con il passare del tempo, l’intera aerea della macchia si stacca e provoca dei fori in tutta la superficie fogliare, segno evidente della devitalizzazione della foglia.

A volte anche i rami, soprattutto quelli giovani possono essere colpiti dal corineo e, in questo caso, presentano delle macchie simili a quelle delle foglie, come del reste i frutti, dai quali, in corrispondenza delle macchie, fuoriescono delle secrezioni gommose, rendendoli non più commestibili.

Per difendersi dagli attacchi del corineo bisogna intervenire in via preventiva in autunno, con dei trattamenti a base di rame; anche la poltiglia bordolese, della quale vi avevamo parlato nei giorni scorsi, può essere utile; dopo i due trattamenti autunnali, sospendete le somministrazioni fino alla ripresa vegetativa quando potrete riprendere la cura in dose ridotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.