Fioriture di giugno: la Crocosmia

di Redazione

La Crocosmia

Fioritura: da giugno a settembre
Impianto: in primavera
Tipo di pianta: bulbosa perenne
Altezza max: 80 centimetri

La Crocosmia (detta anche Mombrezia o Montbretia) è una pianta da vaso o da giardino appartenente alla famiglia delle Liliacee ed originaria dell’America del Sud. E’ caratterizzata da un fogliame nastriforme piuttosto lungo dal colore verde chiaro o grigio-verde, che tende a cadere nel corso della stagione fredda, per poi tornare a fare la propria comparsa in primavera.

I fiori sono tubulari, riuniti in spighe e dal colore che va dal giallo all’arancio al rosso. In estate la pianta regala il meglio della sua bellezza, colorando l’ambiente circostante, specie che coltivata come cespuglio. I fiori possono anche essere conservati secchi sia per la bellezza delle tinte che per il delicato profumo.

Esposizione. La Crocosmia predilige l’esposizione in pieno sole o in luogo semi-ombreggiato, ma facendo in modo che l’irradiazione solare la colpisca per diverse ore nel corso della giornata. Può sopportare temperature prossime allo zero, ma nel caso venga coltivata in vaso, si consiglia di ricoverarla tra le pareti domestiche nella stagione invernale.

Terreno. Può essere coltivata in normale terra da giardino, purché il substrato sia tale da favorire il drenaggio. Se coltivata in vaso, invece, aggiungere al terriccio una parte di sabbia.

Innaffiatura. La Crocosmia va innaffiata con regolarità, evitando che si formino dei ristagni idrici pericolosi per il buono stato di salute dell’apparato radicale. Nella stagione fredda sarà opportuno diradare le operazioni di irrigazione ed intervenire solo quando il terreno è particolarmente secco.

Avversità. Può essere soggetta all’attacco delle malattie fungine ed è per questo che si consiglia di controllare spesso lo stato della pianta, intervenendo tempestivamente con prodotti adatti.

Concimazione. Nel periodo vegetativo è bene fornire alla pianta del fertilizzante liquido unito all’acqua delle innaffiature almeno una volta al mese.

Moltiplicazione. Si propaga per divisione di bulbi nella stagione autunnale o per semina, sebbene quest’ultimo metodo richiederà parecchia pazienza prima di poter ottenere dei risultati soddisfacenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.