Le piante pericolose per cani e gatti

di AnnaMaria Commenta

Avete riempito balconi e terrazze con piante e fiori, ma avete pensato anche al vostro animale domestico? Esistono infatti alcune piante che possono essere fortemente nocive per cani e gatti, possono causare problemi intestinali se ingerite e alcune possono essere tossiche o velenose. I gatti in particolare, hanno l’abitudine di “assaggiare” le foglie delle piante e sono anche gli animai che più soffrono quando le ingeriscono. Tanto però dipende anche dal tipo di pianta ingerita e dalla quantità.

Eccovi un elenco delle più comuni piante che fanno male a cani e gatti:

1. Oleandro

Può causare problemi gastrointestinali e depressione cardiaca. Attenzione anche ai sottovasi perchè questa pianta libera i principi tossici anche nell’acqua e i gattini potrebbero essere tentati di leccarla.

2. Ortensia

Sia le foglie che i boccioli possono causare diarrea, vomito, problemi respiratori, convulsioni, nei casi più gravi anche la morte.

3. Edera

Causa vomito, tremori, in generale problemi all’apparato digerente e anche questa pianta libera i principi tossici nell’acqua.

4. Aloe vera

Nell’uomo ha proprietà curative ma per gli animali l’ingestione delle sue foglie però può provocare diarrea, tremori, vomito e aumento dell’urinazione.

5. Tulipano

E’ tossico soprattutto per i gatti e i bulbi possono provocare problemi all’apparato digerente, anche se non particolarmente gravi.

6. Stella di Natale

Contiene latte irritante per l’uomo e velenoso per gli animali, nei quali può provocare infiammazioni alla bocca, spasmi allo stomaco e vomito.

Cosa fare se il cane o il gatto ingeriscono una pianta velenosa?

Se notate che il vostro animale ha ingerito foglie o fiori tossici, fate in fretta a sciacquare la bocca dell’animale e a liberare la bocca da eventuali residui. Non inducete mai il vomito e non improvvisate cure fai da te. Piuttosto chiamate il veterinario e chiedete consiglio.

google-max-num-ads = "1">