Piante da appartamento: l’Aphelandra squarrosa

di Redazione

Il freddo e la pioggia continuano a tormentare le nostre giornate e non c’è nulla di meglio che chiudersi in casa e dedicarsi alla cura delle nostre amiche piante, quelle che nella stagione invernale trovano riparo tra le pareti domestiche, allietando la vista con un concerto di verde.

Un prologo forse superfluo, ma che ci è utile per introdurre la descrizione dell’Alphelandra squarrosa, pianta dalla bellezza unica sia per il fogliame che per la fioritura. Si tratta di una pianta della famiglia delle Acantacee, originaria dell’America centro-meridionale.

In piena terra può avere uno sviluppo considerevole, raggiungendo i 2-3 metri di altezza, mentre se coltivata in vaso non crescerà oltre il mezzo metro. Ha foglie ovali di colore verde chiaro, attraversate da venature bianche o gialle a seconda della specie, mentre i fiori sono generalmente di colore giallo (a volte rosa, rossi o color arancio).

L’Aphelandra squarrosa ha bisogno di parecchia luce per crescere forte e rigogliosa, ma mal sopporta i raggi del sole, che potrebbero bruciare le foglie. E’ consigliabile dunque coltivarla in un angolo luminoso della casa, lontano però dalle finestre, visto che i vetri potrebbero creare un fastidioso effetto-lente. In estate può essere anche trasferita all’aperto, ma tenendo sempre in considerazione le esigenze di luce.

L’innaffatura deve essere regolare, avendo cura di lasciare asciugare il terreno prima di procedere con una nuova irrigazione ed evitando accuratamente i ristagni idrici, che potrebbero provocare il marciume radicale ed uccidere la nostra pianta. In generale si può dire che l’Aphelandra squarrosa non ama gli eccessi, considerando come nemici sia la siccità che l’acqua in eccesso. In tutti e due i casi reagirà con l’ingiallimento e la caduta del fogliame.

Di fondamentale importanza è la concimazione, da effettuare regolamente (ogni 10-15 giorni) nel periodo che va da marzo ad ottobre, utilizzando un fertilizzante liquido per piante fiorite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.