Drosera dielsiana, pianta carnivora

 
Gioia Bò
15 maggio 2012
0 commenti

drosera dielsiana Drosera dielsiana, pianta carnivora

Tra le piante carnivore maggiormente diffuse alle nostre latitudini troviamo la Drosera dielsiana, originaria del continente africano ed appartenente alla famiglia delle Drosercee. Si tratta di una pianta caratterizzata da foglie a forma di cucchiaio, riunite in una rosetta basale di colore verde o rossiccia, a seconda dell’esposizione. I fiori sono di colore rosa e fanno la propria comparsa nella tarda primavera o nel corso della stagione estiva.

La Drosera dielsiana si adatta alla coltivazione in appartamento, essendo poco resistente alle temperature prossime allo zero. Nel corso della bella stagione, tuttavia, si può tentare anche l’allevamento in giardino, sia per abbellire l’ambiente esterno che per tenere lontani gli insetti. E’ una pianta molto resistente e richiede poche cure per regalare il meglio di sé in ogni stagione dell’anno.

Photo Credits: zimbabweflora.co.zw

Drosera dielsiana

  • Fioritura: in primavera e nel corso della stagione estiva
  • Impianto: in primavera
  • Tipo di pianta: carin primaveranivora
  • Altezza max:

Esposizione

La Dorsera dielsiana deve essere collocata in una zona luminosa della casa o del giardino, in modo che possa essere colpita dai raggi diretti del sole per diverse ore nel corso della giornata. Tollera le temperature afose della stagione estiva, mentre tende a soffrire in presenza di freddo intenso.

Terreno

Il substrato deve essere ricco e ben drenato, Nella fase di messa a dimora si consiglia di mescolare torba, sabbia e perlite per garantire alla pianta uno sviluppo equilibrato.

Innaffiatura

Nel corso della stagione più calda dell'anno le irrigazioni devono essere regolari, in modo che il terreno si mantenga costantemente umido. Per aumentare il tasso di umidità è consigliabile porre la Drosera dielsiana su un sottovaso riempito con acqua a temperatura ambiente.

Malattie e avversità

La Drosera dielsiana non è soggetta all'attacco di parassiti e malattie particolari. Attenzione però ai ristagni idrici che potrebbero provocare la formazione di malattie fungine e marciumi radicali.

Concimazione

Nel corso della stagione vegetativa è consigliabile l'uso di un fertilizzante per piante carnivore. mescolato all'acqua delle irrigazioni almeno una volta al mese.

Moltiplicazione

La Drosera dielsiana si propaga per semina o per talea nel corso della stagione primaverile.

Articoli Correlati
YARPP
Sancezia speciosa, pianta da appartamento

Sancezia speciosa, pianta da appartamento

La Sancezia speciosa o Sanchezia è una splendida pianta da appartamento originaria del continente americano ed appartenente alla famiglia delle Acanthacee. Si tratta di una pianta i cui fusti possono […]

Scoperta nuova pianta carnivora: la Philcoxia minensis

Scoperta nuova pianta carnivora: la Philcoxia minensis

La biodiversità della savana brasiliana è un elemento risaputo. Nella foresta tropicale è possibile imbattersi in molteplici tipi di piante. E proprio in queste condizioni ultra-favorevoli per lo studio della […]

La drosera veniva usata contro le zanzare

La drosera veniva usata contro le zanzare

Alla fine dell’800, prima che gli insetticidi chimici facessero la propria comparsa, le piante di Drosera venivano utilizzate per arginare il problema delle zanzare; era usanza infatti sistemarne grandi esemplari […]

Piante carnivore, Drosera intermedia

Piante carnivore, Drosera intermedia

La Drosera intermedia è una pianta carnivora appartenente, come la dionea muscipula, il drosophyllum lusitanicum e la drosera capensis dei quali vi abbiamo già parlato, al genere Drosera della famiglia […]

Drosera capensis

Drosera capensis

La Drosera capensis è una specie di pianta carnivora appartenente, come la Dionea, al genere Drosera; originaria del sud Africa, è una pianta robusta che raggiunge un’altezza di circa 30 […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento