Gli alberi da frutto? Piantiamoli in città

di Valentina

Spread the love

In diverse parti del mondo, in nome di tentativi di permacultura più o meno accentuatu, molte città stanno arricchendo le proprie aree metropolitane con piante di ogni genere. Negli Stati Uniti questa spinta al rinnovo biologico si è trasformata in una particolare tendenza: quella di piantare alberi da frutto per le strade. Con risultati soddisfacenti da ogni punto di vista. Sia biologico che ecologico.

Questo perché non vengono messe a dimora nelle piazze solo i classici alberi di melo, pero o ciliegio, ma anche tutte quelle piante poco conosciute, considerate come perdute perché in campagna non vengono più coltivate a causa dello scarso rendimento o della mancanza di una commercializzazione di massa. Uno di questi esempi è l’albero “paw paw”. L’asimina triloba, pianta autoctona degli Stati Uniti, grazie a questi progetti di urbanizzazione verde sta tornando in auge e una delle piante più richieste dalla popolazione.  Dotata dalla natura da curiosissimi frutti molto zuccherini, si tratta di una pianta molto resistente alle malattie ed al gelo.

Sono diverse, tra New York, Los Angeles e Chicago le associazioni no profit che si stanno occupando dell’ “occupazione” delle aree dismesse della città per coltivare gli alberi da frutto.  I frutti di queste piante “cittadine” vengono venduti per la loro rarità fino alla completa copertura dei costi delle iniziative e ciò che eccede, viene distribuito gratuitamente alla gente. In alcuni casi, come accade in California, gli alberi da frutto non vengono piantati nelle strade, ma donate ai cittadini affinché li piantino nel proprio quartiere, rendendolo ecologicamente più vivibile.

Gli alberi da frutto più piantati rimangono ad ogni modo quelli di melo. Sono diverse le tipologie di mela “andate perdute” negli Stati Uniti e la voglia di riportare in auge le “mele rare”, quelle che è impossibile trovare nei supermercati, si sposa bene con il desiderio di rendere più vivibili le città con il verde. Le piante non solo provvedono ad ossigenare l’ambiente, ma riescono anche ad attenuare i rumori molesti. L’amore per il verde può portarci davvero a rendere il mondo un posto migliore. Anche nelle nostre città.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.