Il prato protegge dal caldo

di Valentina

Possedere un giardino con tanto di prato? Una vera fortuna in questo periodo di caldo asfissiante. Non solo l’occhio, infatti, può beare di uno spettacolo gradevole alla vista, ma anche il nostro organismo può trarne giovamento. Lo sapevate che la presenza del prato è in grado di attenuare le calde temperature tipiche dell’estate?

Avete mai notato che passeggiare in un parco o stendersi a riposare in questi luoghi dona subito un’istantanea sensazione di benessere? Tutto questo è dovuto alle piante, e non dipende dallo scambio di ossigeno tipico della fotosintesi clorofilliana: non solo almeno. Innescano, infatti, un processo di evapotraspirazione con il quale sottraggono il calore all’aria, partendo dal normale prato comune; attraverso le chiome degli alberi  ci regalano l’ombra. Ed ovviamente sottraggono anidride carbonica dall’atmosfera, pulendo letteralmente l’aria che respiriamo.

Concentriamoci però sul prato, che è il protagonista del nostro articolo odierno.  Dovete sapere che oltre alle normali temperature che l’atmosfera estiva ci regala, spesso caratterizzate da alte temperature ed anticicloni come Scipione, Caronte e Minosse, a contribuire al senso di afa ed a far aumentare la siccità ci pensa l’inerzia termica, ovvero il calore che naturalmente i vari materiali (cemento, mattoni, asfalto) accumulano e che rilasciato, da una percezione del caldo molto più alta di quella che vi sarebbe in un luogo privo di costruzioni.

E’ per questo motivo che nelle campagne la temperatura è, anche se di poco: l’azione termoregolatrice dell’erba dei prati non deve scontrarsi con il calore inerte creato dai palazzi. E non crediate, non serve un prato all’inglese per poter usufruire dei benefici tipici di uno spazio verde. Anche quello incolto, caratterizzato da piante autoctone dell’area mediterranea è più che efficiente in tal senso.

Se possedete un giardino, potete ritenervi fortunati. Voi però prendetevi cura del vostro spazio, tagliando l’erba troppo alta e favorendo la giusta irrigazione allo stesso. Soprattutto se avete creato degli angoli fioriti.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.