Piante da appartamento: l’Asparagina

di Daniela

L’Asparagus setaceus, meglio conosciuta come asparagina, è una pianta appartenente alla famiglia delle Liliacee originaria dell’Africa meridionale; di solito l’asparagina viene coltivata per la bellezza delle foglie, ma alcune specie sono ricercate anche per i germogli commestibili. Questa pianta è caratterizzata dal fogliame perenne e dall’aspetto leggero e delicato pur sviluppandosi a cespuglio; i fusti sono molto sottili, e in condizioni ottimali possono raggiungere anche i 3 metri di altezza.

L’asparagina è una pianta di facile coltivazione, che si sviluppa perfettamente anche in appartamento. Nel caso in cui si renda necessario il rinvaso, esso dovrà essere effettuato in primavera previa eliminazione dei fusti morti o appassiti; la luce deve essere sempre indiretta e filtrata. La temperatura ideale nella quale l’asparagina si sviluppa al meglio è di 15°C, e durante la stagione fredda non deve mai scendere al sotto dei 7°C.

Per quanto riguarda l’irrigazione, essa deve essere frequente in primavera e in estate, e se il caldo è particolarmente intenso deve essere annaffiata anche due volte al giorno, inoltre, le foglie vanno regolarmente vaporizzate d’acqua; in inverno le annaffiature devono essere ridotte.

Qualora il substrato sia troppo asciutto è possibile immergere la pianta in acqua tiepida per un paio di giorni fino a che si sarà completamente ripresa. Il fertilizzante deve essere aggiunto all’acqua di irrigazione e va somministrato ogni due settimane in primavera e in estate, mentre basta una volta al mese in autunno e in inverno.

L’asparagina può essere soggetta alle infestazioni da parte degli acari, soprattutto quando l’ambiente è molto asciutto, ma si può intervenire con degli appositi acaricidi e aumentando l’umidità ambientale con le vaporizzazioni; possono essere frequenti anche le infestazioni di cocciniglia scura, ovvero quella che provoca la comparsa di pustole marroni sul fusto; in questo caso bisogna intervenire con degli insetticidi sistemici. La moltiplicazione dell’asparagina avviene per semina in primavera, oppure per divisione del rizoma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.