Idea bonsai: il maggiociondolo

di Valentina

Spread the love

Il maggiociondolo è una fioritura primaverile tardiva adatta a colorare di giallo, in maniera grandiosa, i nostri giardini e le nostre aiuole. Si tratta di una pianta particolarmente graziosa  anche nella sua versione bonsai. Anzi, forse è proprio in questa forma se si ha la costanza di curarla come si deve che esprime tutto il suo potenziale.

Partiamo da un presupposto: di qualsiasi grandezza sia il Laburnum anagyroides lo spettacolo che è in grado di regalare una volta fiorito è davvero grandioso. La forma del suo tronco e dei suoi rami, i fiori che cadono a grappolo: si tratta di una pianta scenografica per eccellenza. Decisamente più facile da coltivare nella sua forma tradizionale che bonsai. Ma dati i risultati che possono essere raggiunti, provarci è un obbligo per chi ama questa tipologia di piante. Serve tanta pazienza, soprattutto se si parte dal seme. Ed una particolare attenzione va posta sia alla forzatura di posizione che gli si vuole applicare con il filo, sia alla sua espansione. I lavori di potatura e cimatura del maggiociondolo in questo caso non dovranno mai essere limitati.

Nello specifico le potature di costruzione dovranno essere condotte in primavera, al risveglio vegetativo, al fine di evitare i ritiri linfatici, mentre intorno alla fine di maggio-inizio giugno sarà necessario modellare la chioma effettuando la pinzatura, ovvero accorciando le nuove cacciate alle prime due foglie. Sempre nel corso del periodo vegetativo potete, come anticipato, effettuare le legature di posizionamento, assicurandovi di avere sempre con voi il mastice per proteggere i tagli. Attenzione, i nuovi germogli dovranno essere pinzati solo quando raggiungeranno i 15/20 cm. di lunghezza. In quel momento infatti le cacciate saranno lignificate.

Piccolo consiglio, evitate i terreni troppo pesanti e pieni di torba, li soffre un pochino e concimatelo a dovere fermandovi solo ad agosto, nel mese più caldo dell’anno. Il maggiociondolo necessita di buone quantità di concime per svilupparsi a dovere.

Photo Credit | Wikipedia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.