Coltivare il vetiver nel proprio giardino

di Valentina

Coltivare il vetiver nel proprio giardino? E’ possibile. In questo modo una pianta sempre citata per ciò che concerne profumi ed oli essenziali può finalmente divenire parte integrante della propria passione per il giardinaggio fai da te.

Il vetiver è un esemplare che nasce in India ma che con il passare dei secoli è stata poi naturalizzata in diverse zone del mondo. E’ una graminacea che può crescere in altezza fino ad un metro e mezzo ed importante per la robustezza e la forza delle proprie radici: in molte parti del mondo viene coltivata non solo per gli oli essenziali che se ne possono ricavare ma anche per riassestare un terreno con poca tenuta.

La coltivazione di vetiver può essere condotta senza particolari problemi in Italia, anche se è possibile che la stessa porti a risultati migliori nell’Italia meridionale, dove le temperature sono più vicine a quelle tipiche dell’India. Dotato di una resistenza alla siccità molto forte, questo esemplare è in grado di adattarsi alle cure di qualsiasi appassionato voglia tentare di piantarlo nel proprio giardino. Una curiosità riguardo a queste piante: le varietà poste in commercio e quindi usate negli spazi verdi sono sterili.

Per coloro che vogliono cimentarsi nella coltivazioni i genotipi sterili sono da preferire perché poco invasivi. Detto questo bisogna ricordare che questa pianta ama l’esposizione diretta alla luce: va quindi posta in pieno sole. Un terreno ben concimato e le giuste irrigazioni da servire nel momento in cui il terriccio si asciugherà faranno il resto.

Photo Credits | wasanajai/Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.