Il Museo Giardino delle rose antiche

di Valentina

Maggio, il mese delle rose,  sta per iniziare. E cosa può esserci di meglio, per comprendere ed assaporare con i sensi questo stupendo mondo vegetale se non recarsi nel modenese a visitare il Museo Giardino delle rose antiche?

Mettiamo da parte un attimo il giardinaggio inteso in senso stretto e concediamoci un approccio diverso. Più che altro visivo ed olfattivo. Questa particolare mostra-mercato serve proprio a questo: venire in contatto con roseti ed esemplari straordinari attraverso i colori, le forme ed i profumi. Quando si parla di rose antiche poi, parliamo di una varietà che non può non conquistare al primo sguardo.

Di preciso bisogna recarsi a Serramazzoni, sull’appennino modenese, dove in uno stupendo contesto è possibile ammirare 750 varietà diverse di rose antiche, quelle caratterizzate da piccole corolle e tantissimi petali. Esemplari che non sempre è facile trovare vicino casa e coltivare con successo. Il bello di questo luogo, ed il motivo per il quale vogliamo consigliarvelo, è la presenza di aree relax e zone pic-nic, che vi consentono di organizzare una vera e propria gita “fuori porta” focalizzata sul verde e su splendide varietà di piante. E tutto in un roseto.

Il futuro del turismo a livello botanico è tutto nelle mani di questi “percorsi” sensoriali, spesso organizzati in vere e proprie visite guidate da mettere a disposizione degli appassionati per consentire loro di venire a contatto, attraverso eventi unici, con ciò che il territorio ha da offrire. Ovviamente quando ad essere coinvolta è la rosa antica, fiore da una valenza tradizionale del tutto particolare, è palese che l’attrattiva necessita di minore sforzo per raggiungere il cuore ed i sensi.

Il Museo Giardino delle rose antiche non è un luogo importante da preservare e visitare solo per la sua valenza botanico-scientifica: è un mondo di sensazioni nel quale perdersi senza paura. Apprezzando le sensazioni che è in grado di regalare. Maggiori informazioni sono contenute nel suo sito ufficiale. Vale la pena di essere visto.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.