Gerani, calendario delle cure stagionali

di Marion

Il geranio, denominazione sotto la quale ricadono due generi di piante diverse, è una specie a fioritura primaverile. La gran parte delle cure colturali va quindi effettuata nei momenti che precedono la fioritura e variano di intensità nei diversi mesi dell’anno.

Vediamo quindi di quali cure e interventi colturali necessitano i gerani mese per mese:

Gennaio e Febbraio

E’ il momento in cui la chioma è a riposo e le radici riducono la propria attività. In questa fase non sono necessarie cure particolari.

Marzo

Durante il mese di Marzo il terriccio va mantenuto umido e di tanto in tanto va smosso in maniera superficiale. Sempre in questa fase è possibile intervenire con un concime a lenta cessione.

Aprile, Maggio e Giugno

E’ il momento migliore per sostituire le piantine rinsecchite e troppo deboli vanno sostituite con altre più rigogliose. Da questo momento bisogna innaffiare e concimare con molta regolarità. E’ possibile anche tentare qualche riproduzione per talea dalle piante più ricche e rigogliose.

Luglio, Agosto e Settembre

Adesso le piante sono tutte in piena fioritura: i concimi impiegati devono contenere poco azoto, perchè altrimenti si svilupperebbero le foglie a discapito dei fiori. I fiori appassiti vanno eliminati per fare spazio a nuovi boccioli e le bagnature serali vanno cessate poichè espongono la pianta all’attacco di parassiti e all’insorgenza di funghi.

In questo periodo è frequente che ci si allontani da casa per qualche giorno di vacanza: in questo caso non dobbiamo temere perchè i gerani sono piante piuttosto resistenti. Anche se li troverete rinsecchiti basterà eliminare le parti secche e bagnare per vederli tornare vigorosi.

Ottobre

Concimazioni e bagnature cominciano a diradarsi e le piantine necessitano di essere poste al riparo dai primi freddi.

Novembre e Dicembre

Le piante ormai al riparo vanno ripulite da rami secchi e fiori appassiti. La chioma va ridotta.

Durante l’inverno i gerani vanno posti in locali freschi dove la temperatura non scenda mai comunque sotto i cinque gradi.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.