Piante e fiori da trapiantare nei mesi di gennaio e febbraio

di Filomena D'Aniello

Spread the love
Trapiantare piante e fiori

Nei mesi di gennaio e febbraio, la natura si addormenta: foglie secche, rami spezzati, fiori gelati dall’inverno. La fioritura primaverile, che inizia con il primo sole di marzo, viene dunque anticipata da una serie di operazioni di rinnovo e preparazione allo sbocciare della nuova stagione. La terra necessiterà di operazioni di vangatura e pacciamatura: andranno rimosse le foglie ed i rami secchi, ed eliminate tutte le parti morte delle piante, che dovranno lasciare spazio a nuovi germogli. A queste operazioni, seguirà la rastrellatura del terreno, e una nuova concimazione e fertilizzazione, utili a rendere il suolo compatto e uniforme, pronto ad accogliere nuovi germogli.

 

Molte piante, andranno potate e trapiantate nei mesi di gennaio e febbraio, per poi rifiorire nel periodo primaverile che va da marzo a maggio inoltrato. Il terreno, necessita per primo di cure, quelle preparatorie ad accogliere i nuovi germogli, una nuova semina, e nuove talee, che sbocceranno nei periodi caldi. E sempre nel terreno, che le piante dovranno essere trapiantate per rinascere a nuova vita, in particolare quelle da siepe, che tendono a rifiorire nei primi giorni di marzo. Marzo, infatti è il mese dei semezai, in cui alcune piante, necessitano di essere trapiantate per il freddo in vasi o in cassette di legno più piccole, con un terreno morbido e accogliente che ne protegga l’apparato radicale dalle gelate invernali.

Tra le piante che necessitano di essere trapiantate nel mese di gennaio e nel mese di febbraio, ci sono i fiordaliso, le petunie, i narcisi e i tulipani. Questi ultimi, fioriscono tra marzo e aprile, per cui, vanno trapiantati a febbraio in un terreno di sabbia e torba, ben fertilizzato e concimato, esposti al sole tiepido, al riparo dal vento e dal freddo. Stesso discorso vale per le petunie e i fiordalisi, che andranno trapiantati, messi al riparo dal freddo invernale in un terreno che sia drenante in primis, e ben concimato. La posizione ideale per quelli che saranno i nuovi bulbi è soleggiata. In alcune zone, nelle quali anche febbraio è freddo, la semina va rimandata a marzo.

 

Anche le bocche di leone, le dalie, e le viole, possono essere messe a dimora in questo periodo. Tra le piante che vanno trapiantate nei periodi freddi, ci sono anche moltissimi ortaggi come la lattuga, carote, fave spinaci, prezzemolo, basilico, cicoria, piselli, rucola, patate, zucchine pomodori e peperoni, che arricchiranno l’orto per produrre i loro frutti nei primi mesi della primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.