Il levistico o sedano di monte

di Marion 1

Il levistico (Levisticum officinalis) o sedano di monte è l’unico rappresentante della specie Levisticum della famiglia delle Apiaceae. E’ una pianta erbacea perenne che deve il nome comune alla somiglianza delle sue foglie con quelle del sedano e che viene coltivata, seppure raramente, in orti e giardini sia a scopi alimentari che come ornamentale. Le foglie possono essere raccolte durante il periodo vegetativo e utilizzate fresche per la preparazione di insalate, per insaporire pietanze a base di pesce e per la farcitura di formaggi. Il suo portamento maestoso ed elegante la rende d’altra parte perfetta per la coltivazione in aiuole e bordure, accostata ad altre piante aromatiche.

I fusti possono raggiungere i due metri di altezza, i piccoli fiori giallognoli fanno la propria comparsa in estate riuniti in ombrelle con numerosi raggi. Tutta la pianta emana un buon profumo. La parte aerea si dissecca durante l’inverno. Riguardo la coltivazione, il sedano di monte è una pianta rustica che per crescere bene ha bisogno di un terreno fertile e ben dreanto. L’esposizione può essere sia in pieno sole che in penombra. Necessita di annaffiature regolari soprattutto quando posto in pieno solo e durante lunghi periodi di siccità.

Le concimazioni possono avvenire in primavera mentre in autunno è opportuno aggiungere al terreno stallatico maturo. Per i dettagli sulle cure colturali vi rimandiamo alla scheda che segue.

Altri articoli che possono interessarti:

Erbe aromatiche: il sedano;

Come trapiantare il sedano in vaso.

 

Photo credit | Thinkstock

 

google-max-num-ads = "1">