Montsechia vidalii, il primo fiore nato sulla terra?

Spread the love

Sono stati scoperti i primi fiori sbocciati sulla terra? Sembrerebbe proprio di si. Dei fossili di Montsechia vidalii sono stati studiati attentamente e la loro datazione ci porta fino a circa 130 milioni di anni fa.

ceratofillo comune

La Montsechia Vidalii è una pianta acquatica che aveva una struttura del tutto uguale a quella dei fiori attualmente esistenti sulla terra: possedeva dei petali e tutto ciò che serviva per produrre del nettare. L’unica differenza è che vivevano tutto il loro ciclo vitale sott’acqua. In particolare questo esemplare, è stato scoperto, viveva e cresceva in abbondanza nei laghi formati dalle acque montane spagnole. La ricerca che racconta il ritrovamento è stata pubblicata sulla rivista di settore dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti (Pnas) ed è stata condotta dal professore David Dilcher e dal suo gruppo di scienziati dell’Università dell’Indiana. Racconta l’esperto:

Questa scoperta solleva questioni importanti sull’evoluzione delle piante da fiore, il loro ruolo nell’evoluzione di altre piante e il rapporto che hanno sempre avuto con gli insetti per l’impollinazione.

La conclusione degli esperti è che questi fossili, scoperti da archeologi più di un secolo, siano stati male interpretati fino ad ora. Parliamo di un fiore presente ai tempi in cui sulla terra vivevano i dinosauri e la cui somiglianza con il suo “pronipote”, il ceratofillo comune, è incredibile. Per chi non conoscesse il suo nome è quella pianta acquatica di colore verde scuro che spesso viene utilizzata per decorare gli acquari. Se per molti la “prima pianta” sulla terra è un mito, di certo appare evidente che sia più anziana dell’Archaefructus sinensis, finora considerata come tale.

Photo Credits | AndreJakubik/ Shutterstock.com

Lascia un commento