Orto urbano, spazio ai fiori commestibili

di Valentina

Spread the love

L’orto urbano può essere considerato in qualche modo una grande rivoluzione degli ultimi anni. Date spazio anche ai fiori commestibili e non solo agli ortaggi: è un modo per ottenere il massimo dalle proprie colture senza sprecare nulla.

E praticando un’agricoltura a km zero. Questo significa riuscire a produrre senza intaccare la sostenibilità delle risorse messe a disposizione dalla terra. In questo l’orto urbano è uno strumento perfetto per raggiungere lo scopo. E parlando di fiori commestibili ovviamente il primo esempio che ci viene in mente è quello dei fiori di zucca e dei fiori di zucchina: difficilmente si butta qualcosa di questa pianta. Se amate i cetrioli e non siete riusciti a coltivarli, potete sempre piantare in vaso della borragine : i suoi fiori in insalata hanno lo stesso sapore.  E cosa dire del tarassaco? La salsa fatta con i suoi fiori è perfetta anche per condire la pasta.

Come potete vedere il vostro orto urbano può essere composto con facilità sia da ortaggi classici che da fiori commestibili più che gradevoli in cucina. E non strettamente legati alle classiche erbe aromatiche. Prendiamo il girasole: di solito puntiamo a mangiarne i semi, ottimi per la nostra salute. Non tutti sanno che i suoi germogli possono essere cotti come i carciofi e consumati con gusto. Il nasturzio, stupendo in vaso, riempie di colore il piatto, rendendo le insalate ancora più gustose.

E la cosa più incredibile è che coltivarli nel proprio orto urbano non causa un grandissimo sforzo, ma riserva davvero tantissime soddisfazioni.

Photo Credits | stockcreations / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.