Orti botanici lombardi tra i tesori di “Wiki Loves Monuments”

di Valentina

Vi sono ben tre Orti botanici lombardi tra i tesori da fotografare per Wiki Loves Monuments. Per il quarto anno consecutivo il concorso fotografico più grande del mondo torna a richiedere la partecipazione di tutti.

Tutte le foto che parteciperanno, e quindi anche quelle dei tre orti botanici di cui oggi vi parleremo, verranno rilasciate con licenza libera e saranno pubblicate su Wikimedia Commons, il grande database multimediale di Wikipedia. Il concorso si svolgerà dall’1 al 30 settembre 2015. La rete degli Orti Botanici della Lombardia parteciperà a Wiki Loves Monuments con tre foto di tre dei suoi giardini: l’Orto Botanico di Bergamo Lorenzo Rota, il Parco botanico di Villa Carlotta a Tremezzina (Co) e l’Orto botanico dell’Università di Pavia. E’ il secondo tentativo con almeno due dei soggetti scelti: lo scorso anno infatti sia Villa Carlotta che l’Orto botanico di Pavia, sono risultati tra gli scatti finalisti.

La scelta degli orto botanici di partecipare non nasce solo dalla voglia di partecipare ad un contest importante ma nasconde l’intento di mettere in luce la flora della Lombardia e la bellezza della natura di questi luoghi e più nello specifico ciò consente di pubblicizzare adeguatamente la nuova sezione dell’Orto Botanico di Bergamo Lorenzo Rota: quella di Astino, nominata “La valle della biodiversità”. La giuria deciderà i vincitori nel mese di novembre 2015, mettendo in palio, insieme al riconoscimento anche alcuni premi specifici. Ecco i partecipanti secondo il loro nick di Wikipedia:

  • Roseto con pergolato dell’Orto botanico di Pavia – Laraverderio;
  • Orto botanico di Pavia – Laraverderio
  • Parco fiorito del Giardino botanico di Villa Carlotta – Annaelle19.

Photo Credit | Laraverderio – Annaelle19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.