Come coltivare la palma da cocco

di Valentina

Avete mai avuto l’idea, coadiuvati magari da caldo e spiagge, di voler capire come coltivare la palma da cocco alle nostre latitudini? Non è impossibile, bisogna semplicemente muoversi nel modo giusto, dando alla pianta le cure necessarie.

La cosa più importante da fare è quella di recuperare una pianta di cocos nucifera. E’ decisamente più facile partendo da una piantina. E’ importante ricordare che questo esemplare per svilupparsi adeguatamente e fiorire ha bisogno di un ambiente di almeno 20-22 °C  che non manchi di umidità e di una esposizione solare costante e diretta. Si adatta perfettamente quindi ad essere piantato in giardino, in piena terra. Si potrebbe provare anche in vaso, ma in quest’ultimo caso non è detto che i risultati possano essere effettivamente positivi.

Il terriccio deve sempre essere umido e bisogna fare in modo tale che anche le foglie vengano inumidite spesso: la palma da cocco è una pianta tropicale e come tale necessità di condizioni pari a quelle del suo luogo di origine per poter crescere in modo corretto.  Nel corso della primavera e dell’estate deve essere concimata ogni 15 giorni. Va bene anche un fertilizzante comune comprato in negozi specializzati o del concime organico: l’importante è che la pianta sia ben nutrita. Questo passaggio si può evitare in inverno ed autunno, avendo cura di diminuire le innaffiature e mantenendo per tutta la stagione fredda ogni possibile strategia che punti a far stare al caldo la pianta.

Non è facile ottenere delle noci di cocco, lo ripetiamo, ma nemmeno impossibile.

Photo Credits | Daimond Shutter / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.