Piante da appartamento: Caladium

di Redazione

Spread the love

Il genere Caladium comprende una quindicina di specie perenni, appartenenti alla famiglia delle Aracee ed originarie delle zone tropicali dell’America meridionale (in particolare del Brasile).

Si tratta di una pianta apprezzata soprattutto per le sue foglie larghe molto decorative, con tinte sfumate che vanno dal bianco al rosa al rosso, per un effetto cromatico con pochi eguali all’interno del giardino.

Nel periodo estivo può produrre dei piccoi fiori, ma è chiaro che la bellezza della pianta è data soprattutto dallo spettacolo offerto dalle foglie, che coloreranno i nostri ambienti dalla primavera all’autunno.

Come detto nel titolo, il Caladium è una pianta da appartamento, anche se non è esclusa la coltivazione in esterno nelle zone ove il clima invernale sia mite. Per avere il meglio dalla pianta, occorre collocarla in posizione luminosa, ma non ai raggi diretti del sole, che potrebbero scolorire il fogliame. Inoltre è importante che il vaso sia posto in una zona riparata dalle correnti d’aria e dagli sbalzi improvvisi di temperatura.

E, a proposito di temperatura, ricordiamo che il Caladium trova il suo ambiente ideale a 20-22°C, pur resistendo anche ad un clima più mite (mai al di sotto dei 10°C, comunque). Riesce a tollerare il caldo, ma in presenza di gelate o di temperature estremamente rigide, sarà destinata a morte sicura.

Le innaffiature devono essere regolari e abbondanti in primavera-estate, ma evitando i ristagni idrici, che comprometterebbero la salute dell’apparato radicale. E’ di fondamentale importanza, poi, l’umidità dell’ambiente, da mantenere nebulizzando la chioma e ponendo il vaso su un contenitore riempito di ghiaia bagnata. Nel periodo invernale, invece, sarà bene diradare le operazione di innaffiatura, limitandosi ad intervenire una volta o due al mese, per mantenere il terriccio umido.

La concimazione va effettuata nel periodo vegetativo, aggiungendo del fertilizzante liquido all’acqua delle annaffiature, ma cercando di evitare i concimi ricchi di azoto, poiché tendono a esaltare il verde del fogliame ed a eliminare la caratteristica sfumatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.