Piante da appartamento: la Sanseveria

di Redazione

Spread the love

La Sanseveria è una delle piante da appartamento più diffuse alle nostre latitudini, sia per la semplicità di coltivazione che per la capacità di arredare l’ambiente, regalando alla vista un gradevole spettacolo.

E’ una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Liliacee ed originaria delle zone tropicali dell’Africa, da dove poi si è diffusa in diverse regioni del globo con clima non troppo rigido. In Italia se ne consiglia la coltivazione in luogo chiuso, azzardando la collocazione in piena aria solo nel periodo più caldo dell’anno.

La caratteristica comune a tutte le specie è rappresentata dalle foglie carnose, spesso allungate e con striature più chiare rispetto al verde “di base”. La fioritura è di scarsa importanza e si manifesta con grappoli di fiori dal colore bianco o verde chiaro.

Per una corretta coltivazione si consiglia di esporla in una stanza illuminata della casa, evitando il contatto diretto con il sole. Come detto, la Sanseveria può essere spostata in giardino o in balcone in presenza di temperature superiori ai 10°C, evitando però la collocazione in zone particolarmente ventilate o comunque esposte a correnti d’aria.

Le innaffiature devono essere regolari, ma non abbondanti, poiché la pianta in questione riesce da sola a provvedere al proprio fabbisogno idrico, specie nei mesi invernali, quando le irrigazioni devono essere addirittura sospese. La concimazione, invece, deve essere effettuata nel periodo estivo, aggiungendo del fertilizzante liquido all’acqua dell’innaffiatura.

Si moltiplica per talea (si taglia una foglia e, dopo averla fatta asciugare, si interra per metà nel terreno) o per divisione dei ceppi. Non necessita di particolari potature e sarà sufficiente liberare la pianta dalle parti secche e rovinate per farla crescere al meglio della sua bellezza.

E concludiamo con una curiosità legata al carattere purificante di questa stupenda pianta da appartamento. La Sanseveria, infatti, è capace di produrre molto ossigeno nelle ore della notte ed è per questo che spesso viene collocata proprio in camera da letto.

Commenti (1)

  1. la sanseveria , come tutte le piante , non produce ossigeno di notte! per la produzione di ossigeno le piante “usano” la fotosintesi. Di notte respirano normalmente ed emettono C02. E’ il il bilancio positivo a favore della produzione di ossigeno che rende benefiche le piante.
    Fiori: vero è che sono insignificanti come aspetto, ma profumatissimi, da rendere la fioritura un vero piacevole evento: Un rametto di fiorellini profuma di gelsomino(simile ) tutta la camera che ospita la pianta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.