Piante d’inverno, la Pernettya

di Marion

La Pernettya (nome comune Pernezia) è una pianta perenne arbustiva della Famiglia delle Ericaceae; si presenta con un delizioso piccolo cespuglio compatto che, seppure a fioritura estiva (Giugno), è ideale per rallegrare il giardino in pieno inverno grazie alle sue bacche bianche o rosse che fanno la propria comparsa verso la fine dell’autunno. Le piante acquistate in vaso possono essere poste anche in piena terra purchè questa operazione venga fatta prima del sopraggiungere dell’inverno o al termine di questo nel mese di Marzo.

La specie maggiormente diffusa e coltivata è la Pernettya macrocarpa che può raggiungere altezze comprese fra uno e due metri; molto diffuse anche le varietà nane che non vanno oltre i trenta cm. La pernezia cresce come un cespuglio molto fitto dotato di rami eretti e foglie ovali o lanceolate appuntite all’estremità, lucide e di colore verde intenso. I fiori sono piccoli e campanulati, di colore bianco; per quanto siano molto belli questi non rappresentano però l’elemento decorativo di maggior rilievo di questa pianta, che è dato  piuttosto dalle bacche che si mantengono per tutto l’inverno.

Le bacche di Pernettya macrocarpa assumono colorazioni diverse a seconda della varietà scelta; così abbiamo la varietà Alba che ne produce di bianche, quella Altrococcinea dai frutti rosso porpora, la Cherry ripe dalle bacche rosso ciliegia e la Bell’s seedling dalle bacche rosa intenso.

Quanto alle cure colturali, la pernettya cresce bene anche in penombra ma fruttifica più copiosamente se posta in pieno sole; ama i terreni leggeri e ricchi di sostanza organica, ben drenati. Le innaffiature devono essere costanti, anche in pieno inverno, ma moderate in modo da mantenere il terreno umido senza creare ristagni; un fertilizzante per piante acidofile deve essere diluito nell’acqua delle innaffiature ogni quindici-venti giorni dalla primavera fino all’autunno.

La potatura consiste semplicemente nella rimozione dei rami troppo lunghi e deformati e deve essere effettuata alla fine dell’inverno. La moltiplicazione può avvenire per talea in Settembre; le nuove piantine vanno tenute in una miscela di sabbia e torba, quindi in primavera possono essere trasferite in un vaso con terra acida e solo dopo due anni possono essere trapiantate in giardino.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.