Piante tappezzanti: la Pervinca

di Redazione

La Vinca, meglio nota come Pervinca, è una pianta erbacea perenne originaria dell’Europa e dell’Asia ed appartenente alla famiglia delle Apocinacee.

E’ caratterizzata da fusti eretti o striscianti, foglie lanceolate a margine intero, scure e lucide nella pagina superiore e più chiare ed opache in quella inferiore. I fiori sono costituiti da cinque lobi, di colore viola o bianco a seconda della specie.

Generalmente la Pervinca viene coltivata come pianta da interno o nella decorazione di terrazzi e balconi, ma non è così raro vederla nei giardini, utilizzata per lo più come tappezzante, specie nelle zone a clima più mite.

La coltivazione è piuttosto semplice e non richiede grandi attenzioni. Basta collocare la pianta in una zona semi-ombreggiata o anche in pieno sole, ma facendo in modo che l’ambiente si mantenga umido. La temperatura non dovrebbe mai scendere al di sotto dei 5°C, poiché la Pervinca soffre il freddo intenso. Durante la stagione invernale, dunque, conviene ricoverare il vaso in casa o proteggere la pianta con la giusta pacciamatura e copertura, in modo che possa sopravvivere.

Le innaffiature devono essere regolari nel periodo vegetativo, mantenendo il terreno umido ed evitando i fastidiosi ristagni d’acqua, che comprometterebbero la salute della pianta. In inverno, invece, sarà bene diminuire le irrigazioni e lasciare che la pianta viva il suo periodo di riposo vegetativo. Le concimazioni vanno effettuate da maggio a settembre, aggiungendo del fertilizzante liquido all’acqua delle innaffiature almeno un paio di volte al mese.

La Pervinca si moltiplica per divisione di cespi o per talea, avendo cura di proteggere le giovani piante dalle condizioni climatiche avverse e quindi lasciandole radicare in un luogo caldo e protetto dai venti.

Concludiamo ricordando che la Pervinca, pur essendo una pianta velenosa, è particolarmente apprezzata per alcune proprietà terapeutiche, essendo un ottimo diuretico, digestivo, astringente, ipotensivo ed antinfiammatorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.