Potatura e manutenzione del mirtillo

di Redazione

 

Che buoni i mirtilli appena raccolti, e quante buone ricette si possono creare! Se anche voi avete un arbusto di mirtilli nel vostro giardino, e volete che anno dopo anno cresca forte e con tanti succosi frutti, ecco alcuni consigli utili per la potatura e manutenzione della pianta del mirtillo. Per prima cosa una regola generale: l’anno successivo alla piantagione lasciate che il mirtillo cresca naturalmente.

In questo modo ramificherà abbondantemente da solo, e voi inizierete la potatura solamente l’anno successivo. La potatura del mirtillo è molto semplice: non dovrete fare altro che rinfrescare ogni anno i cespugli, al fine di mantenere solo i rami vigorosi capaci di produrre molti frutti e scartando, tagliandoli, quelli secchi o che non producono.

Se avete dei rami molto vecchi di oltre quattro anni, tagliateli raso terra al fine di farli rinascere e crescere, togliete i rami ingombranti che si trovano al cento e che soffocano la pianta, e cercate di dare alla vostra beniamina una bella forma armonica, aerata, che riesca a cogliere i raggi del sole.

Il periodo ideale per potare la pianta del mirtillo è senza dubbio l’autunno, a partire da metà settembre/ottobre date una bella rinfrescata e vedrete che l’anno successivo il mirtillo vi ripagherà con tanti frutti succulenti! Se effettuate grossi tagli sulla pianta invece ricordatevi di applicare un prodotto cicatrizzante indicativamente nel periodo febbraio-marzo. E per mantenere il terreno acido, favorire la fruttificazione e rinforzare l’arbusto cosa c’è di meglio di un’aggiunta di concime organico e di terra fresca.

Foto credits: Thinckstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.